domenica 25 dicembre 2011


Y DIOS DECIDIÓ SER NIÑO

(E DIO DECISE DI ESSERE BAMBINO)










La festa del Natale é un momento importante per la missione del Hogar .... perché, come molti sanno, tale missione é sorta per aiutare bambini in condizioni di estrema povertá . Poi, il progetto si é esteso alla famiglia dei bambini, alle loro giovani  madri.... ai laboratori, offrendo cosí  momenti importanti di formazione e spiritualitá. 

E  non dimentichiamo che la bellezza  ( e il centro ) del Natale é nel fatto che DIO HA MESSO LA SUA GLORIA NELLA FRAGILITÁ DI UN BAMBINO .

E il nostro Gesú Bambino di quest’anno si chiama.... Valentina. Sí, una donna. 

Perché ?  

La donna qui entra ancora tra quelle catogorie di persone piú emarginate, deboli, svantaggiate.... La donna spesso soffre violenza in famiglia, nella societá, dalla sua nascita fino all’etá adulta... Eppure  é  “l’asse portante” della famiglia e delle comunitá parrocchiali: é disposta a TUTTO per il bene dei suoi piccoli e dei suoi cari.

Gesú , sin dalla sua nascita, si é messo dalla parte di queste categorie di persone. 

La famiglia di Valentina inoltre é una delle tante famiglie che hanno bussato alla porta della missione chiedendo ospitalitá... un appoggio.  Una famiglia povera, semplicissima... che peró “vive la sua povertá con dignitá e riconoscenza”.  

Giá...  Il piccolo Gesú, “Dio- con- noi”, puó avere tanti nomi, tanti volti... e, perché no, puó essere anche di “genere femminile”.... 




 


                                  Bienvenido Niño Jesús... Bienvenida Valentina

2 commenti:

  1. Ragazzi, questa ir. Paola non scherza!

    RispondiElimina
  2. bello, complmenti !! Vi seguirò con molto piacere! Brava!!

    RispondiElimina